Notizie
Open Panel

Il Mantegna al Muse di Trento

Mulas-Rebecchi-CantadoriNumerosi operatori museali sono rimasti tutto il tempo a nostra disposizione per fornirci tutte le spiegazioni o i chiarimenti del caso man mano si procedeva nell’esplorazione di questo museo di nuova concezione e completamente interattivo.

Ai ragazzi incuriositi ed entusiasti è stato infatti permesso  di provare, toccare, sentire, udire, giocare, oltre che vedere ed ascoltare, secondo proprio la filosofia dei musei interattivi. Ovviamente il tutto nel rispetto delle regole e del buon senso.

Terminata la visita, intorno alle 13.00, si è consumato uno spuntino all’aperto sulle piattaforme lignee poste dietro le vetrate della serra,  accanto agli specchi d’acqua,  in modo che il sole facesse sentire al massimo il suo calore grazie a vetro, acqua e legno. La giornata era freddina ma tersa.

Nel primo pomeriggio eravamo attesi al Castello del Buonconsiglio (link)  per la visita didattica guidata alla mostra dal titolo Sangue di drago, squame di serpente (link) e alla celebre Torre Aquila. In essa  sono conservati gli affreschi gotici del ciclo dei mesi, capolavoro dell’arte universale. Ad essa  si accede solo su prenotazione, in numero contingentato e dopo aver percorso un lungo e affascinante camminamento di ronda  illuminato da anguste feritoie. E’ una delle parti più antiche del castello ma tra le più affascinanti.

mostro

Il laboratorio didattico in mostra, snodatosi attraverso altre sale del Castello dei vescovi principi e incentrato attorno al concetto di mostruoso nella storia dell’arte e della civiltà, è durato quasi due ore ma ha coinvolto (grazie a due operatori museali molto competenti) tutti i ragazzi in una partecipazione attiva, consapevole e critica. Grazie ad un lavoro di brainstorming, a domande e riflessioni guidate con acutezza e savoir-faire da due professionisti, i ragazzi hanno creato sala dopo sala, sezione dopo sezione, il loro percorso,  affinando osservazioni e spirito critico.

Il sole, che ci aveva  assistito per tutta la giornata, stava ormai calando quando, conclusisi i due turni di visita in mostra,  non restava altro che concederci una  breve passeggiata nel centro storico pedonale di questa antica  città e un po’ di tempo per i souvenirs da portare a casa. Trento, già illuminata ed addobbata per le Festività natalizie, ci è sembrata a quel punto davvero una destinazione speciale e irrinunciabile.

Prof.ssa Carmen Mulas 

Cosa si Studia al Mantegna

PROGETTI PON 2014-2020

Pannello Login

Per collegarsi all'area riservata

Agosto 2017
L M M G V S D
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo